Il presente articolo è rilasciato sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License" (CC BY-NC-ND 3.0 IT).

#EBEL: Terza vittoria consecutiva del Bolzano

Il Bolzano, probabilmente con ancora addosso le scorie della lunga trasferta in Ungheria e Croazia, riesce a spuntarla soltanto ai rigori contro un avversario comunque rognoso come il Fehervar, dopo essere stato in vantaggio per 2-0 ed essersi visto annullare un gol ai più apparso regolare a 45 secondi dall’ultima sirena.

I padroni di casa partono bene mettendo subito in affanno la retroguardia avversaria, ma gli ungheresi sono decisi a vendicare la sconfitta casalinga e provano ad approfittare della prima superiorità del match (Sointu) per passare in vantaggio , ma il PK dei biancorossi non concede conclusioni facili agli avversari e l’occasione migliore capita sulla stecca di Mike Halmo che si vede respingere la conclusione da Carruth. La partita diventa più equilibrata, con occasioni da entrambe le parti, ma i due portieri non si fanno sorprendere: soprattutto Pekka Tuokkola che blocca in elegante pinzata la conclusione di Latendresse arrivato tutto solo davanti a lui. Superata senza danni un’altra inferiorità numerica (Gander), il Bolzano si vede constretto a difendersi con le unghie dalle folate offensive avversarie, ma alla prima sirena il risultato è 0-0.

Subito pericoloso il Bolzano in avvio di secondo tempo, ma Frank e Sointu non riescono a sfruttare occasioni molto favorevoli e quindi i biancorossi devono aspettare il primo powerplay a favore per passare in vantaggio: Luttinen va in panca puniti, il Bolzano mette le tende nel terzo difensivo avversario e, al 23:11, passa in vantaggio con Mike Angelidis che finalizza il lavoro di Monardo e Tomassoni. Passano poco più di 3 minuti ed il Bolzano raddoppia: ancora con l’uomo in più, questa volta è Monardo a beffare Carruth al minuto 26:19. I biancorossi giocano sulle ali dell’entusiasmo, sostenuti dai ripetuti applausi a scena aperta del pubblico accorso al Palaonda e sfiorano più volte la rete del 3-0; purtroppo la legge “gol sbagliato, gol subito” si manifesta al 37:49 quando David Gilbert devia in rete un assist di Latendresse. Proprio a 17 secondi dalla sirena, viene fischiata un’altra penalità ai danni degli ospiti.

La terza frazione si apre con il powerplay del Bolzano che, questa volta, non riesce a fare breccia nella retroguardia avversaria. I biancorossi calano il ritmo e gli ungheresi ne approfittano per attaccare a testa bassa; la squadra ospite supera indenne un’altra inferiorità numerica grazie ad un vero e proprio miracolo di Carruth che devia in extremis un tiro a botta sicura di Tomassoni. Il Fehervar aumenta la pressione e, al minuto 50:58, trova il gol del pari con l’uomo in più (Petan); la rete del pari sembra deprimere il Bolzano che comincia a soffrire il forcing avversario, faticando non poco ad uscire di zona e dovendo resistere per 2 minuti con l’uomo in meno (Sointu). Al 59:14 gli arbitri non concedono una rete, probabilmente regolare, al Bolzano senza nemmeno poter usufruire dell’istant replay a causa di un problema tecnico all’impianto e così la partita scivola al tempo supplementare in cui il Bolzano colpisce una traversa clamorosa con Miceli ed il fehervar sfiora la traversa con Koger.

Si va così ai rigori che premiano i biancorossi, per la prima volta capaci in questa stagione di vincere 3 partite consecutive.

La prossima partita del Bolzano sarà venerdì 22 dicembre alle 19.45 al Palaonda contro i 99ers di Graz.

Riccardo Giuriato

HCBFAV 3-2 dtr (0-0; 2-1; 0-1; 00; 1-0): 23:11 Mike ANGELIDIS PP1 (1-0); 26:19 Domenic MONARDO PP1 (20); 37:49 David Gilbert (2-1); 50:58 David Gilbert PP1 (2-2); 65:00 Mike HALMO PS (3-2)

SEQUENZA RIGORI:

Stefano MARCHETTI (FUORI);

David Gilbert (FUORI);

Angelo MICELI (GOL)

Olivier Latendresse (GOL)

Mike HALMO (GOL)

Daniel Koger (PARATA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *