Il presente articolo è rilasciato sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License" (CC BY-NC-ND 3.0 IT).

Sicurezza alla Festa di Re Laurino, Puglisi Ghizzi (CPI): “che il Questore si assuma le proprie responsabilità”

MAURIZIO PUGLISI GHIZZI 01BOLZANO – “Che il Questore di Bolzano si assuma le proprie responsabilità senza scaricarle su altri”. Così Maurizio Puglisi Ghizzi, consigliere comunale di CasaPound Italia, commentando la decisione dello stesso di optare, per la festa di Re Laurino al via questa sera in piazza Walther, di 20 operatori privati per la security anziché mettere in campo agenti di polizia, carabinieri o vigili urbani.

“Il Questore ha sì annunciato di voler aumentare i controlli e le forze in campo – dice Puglisi Ghizzi – ma allo stesso tempo ha scaricato sugli organizzatori della festa la responsabilità di prendere personale esterno per garantire la sicurezza con tutti i costi connessi. Evidentemente il Questore non è in grado, con le forze attualmente a disposizione, di garantire un servizio di sicurezza adeguato all’evento tanto da chiedere, appunto, agli organizzatori di pagarsi la security”.

Secondo Puglisi Ghizzi inoltre, una delle maggiori criticità di avere in campo forze di sicurezza privata anziché agenti di polizia o carabinieri, è rappresentata dal fatto che i privati non potrebbero intervenire in casi di emergenza, ma solo segnalare alle forze dell’ordine se qualcosa va storto. Un’utopia secondo il consigliere visto nella stragrande maggioranza dei casi gli agenti privati, se c’è necessità di intervento, lo fanno nell’immediato perché in un certo senso, costretti dall’evento stesso.

Puglisi Ghizzi approfitta poi per commentare anche sull’installazione dei blocchi di cemento in centro storico: “la trovo una stupidaggine. Non servono davvero a niente. Certo il centro è chiuso, ma se dobbiamo seguire questa linea allora gli stessi blocchi dovremmo installarli anche in Piazza della Vittoria e Piazza Mateotti nei giorni di mercato. Anche in quei casi c’è un’enorme afflusso di persone, ma non ho mai sentito parlare della volontà di installare new jearsy in questi luoghi”.

 

Un pensiero riguardo “Sicurezza alla Festa di Re Laurino, Puglisi Ghizzi (CPI): “che il Questore si assuma le proprie responsabilità”

  • 8 settembre 2017 in 1:33
    Permalink

    Io proteggerei ache Gries, non si sa mai che si islamizzi troppo…. battute a parte! Bravo e corretto intervento del Sig. MAURIZIO!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *