Il presente articolo è rilasciato sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License" (CC BY-NC-ND 3.0 IT).

#EBEL: Il Bolzano torna alla vittoria e si garantisce il 4 posto in classifica!

Ryan Glenn, MVP di serata.  (foto STOL.IT)
Ryan Glenn, MVP di serata. (foto STOL.IT)

Dopo la fallimentare partita di Lubiana, il Bolzano torna davanti al suo pubblico (2343 gli spettatori paganti) e coglie in un colpo solo vittoria e certezza matematica del quarto posto in classifica, grazie alla contemporanea sconfitta dell’Innsbruck con il Lubiana.

Coach Tom Pokel, tra mille perplessità, concede un altro turno di riposo a Michele Marchetti (quando il turno di riposo avrebbe fatto meglio a qualcun altro) per schierare a roster Mikko Luoma, mentre tra i pali biancorossi torna Melichercik; nello Znojmo manca l’asso Colton Yellow-Horn

Grosso rischio per i Foxes ad inizio partita: Everson perde malamente un disco in difesa e, sugli sviluppi dell’azione, Stehlik centra in pieno l’incrocio dei pali, poco dopo è Beroun a centrare in pieno la maschera di Melichercik; lo Znojmo sembra aver cominciato con più fame di vittoria rispetto al Bolzano; la pressione dei moravi è asfissiante, ma al settimo minuto, il Bolzano trova il vantaggio: Root serve Glenn che prima finta il tiro, poi si avvicina alla gabbia ed infila Schwarz. Sbloccato il risultato, i Foxes provano a prendere in mano la partita, ma i cechi sono avversari ostici e sfiorano il pareggio con tiro di Hughesman sul quale Melichercik blocca sicuro. Lo Znojmo gioca meglio e ci vuole ancora un grande Melichercik per fermare una pericolosa incursione di Boruta; ancora il goalie biancorosso salva su Lakos e poi la traversa nega la gioia del gol a Da Costa. Pur privi della loro punta di diamante, i moravi tengono in apprensione la retroguardia dei Foxes e ci vuole un intervento alla disperata di Bernard su Spacek per evitare guai peggiori e poi la prima sirena manda tutti alla prima pausa con il Bolzano avanti per una sola rete.

Inizia il periodo centrale e Palmieri si fa mandare in panca puniti per sgambetto; lo Znojmo imposta subito la scatola, ma il PK del Bolzano guidato da Insam e Bernard regge a meraviglia; tornati in parità numerica, Glen Metropolit si trova da solo davanti a Schwarz e, incredibile per un giocatore della sua classe, spara addosso al portiere. Passano pochi secondi e, su un’azione confusa davanti alla gabbia dei moravi, Bernard spinge il disco poco, ma tanto basta, oltre la linea di porta; gli arbitri concedono la rete dopo una breve consultazione del video replay. Le “aquile” rischiano l’imbarcata quando Ryan Glenn costringe il goalie avversario ad un salvataggio con la lama del pattino. Subita la seconda rete, i cechi sembrano aver un po’ mollato il colpo ed il Bolzano sfiora più volte la terza rete con Frigo, Palmieri e Gellert. Il tris biancorosso arriva in powerplay: dopo un’occasionissima mancata da Insam, è Vallerand a deviare in rete un assist di Egger e poco dopo Kearney fa tutto benissimo tranne la conclusione. Il Bolzano sembra in pieno controllo, ma Melichercik compie un autentico miracolo su un avversario dimenticato dalla difesa davanti alla sua porta e poi blocca in bello stile un siluro di Biro. Ancora il portierone biancorosso che si supera su Lattner che si era involato in contropiede poco prima della seconda pausa.

Nell’ultima frazione gli ospiti provano a riaprire la partita, ma la difesa dei Foxes non concede tiri facili agli avversari e quando ciò avviene, Melichercik si dimostra sicuro nella presa. Lo Znojmo si porta nel terzo difensivo biancorosso e vi rimane per lunghi, interminabili minuti. Boruta sfiora la traversa con un siluro, poi arriva il gol, meritato, della bandiera dei cechi: Hughesman devia in rete un tiro di Lakos. Poco dopo Egger si prende due minuti per trattenuta, ma anche questa volta il pk dei Foxes chiude ogni varco agli avversari; il tempo scorre in fretta e la partita termina con i Foxes che colgono la prima, importante vittoria del 2017.

Il Bolzano, venerdì 13 sarà di scena alla Keine Sorgen Eisarena di Linz, per poi tornare sul ghiaccio amico del Palaonda per l’ultima partita della regular season contro il Klagenfurt prima dell’inizio del “pick round”.

Riccardo Giuriato

HCB-ZNO 3-1 (1-0; 2-0; 0-1): 06:20 Ryan Glenn (1-0); 24:04 Anton Bernard (2-0); 34:34 Marc-Olivier Vallerand PP1 (3-0); 51:49 Adam Hughesman (3-1)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *