Il presente articolo è rilasciato sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License" (CC BY-NC-ND 3.0 IT).

#AHL: Renon battuto in casa da Feldkirch 1:3

HOCKEY GHIACCIO 2016/2017COLLALBO – Giovedì sera nella 24° giornata della Sky Alps Hockey League i campioni d´Italia del Renon si sono dovuti arrendere davanti ai propri tifosi al Feldkirch. Dopo 13 successi di fila in casa, i “Buam” sono stati sconfitti dagli austriaci per 3:1. Nonostante la battuta d´arresto il Renon rimane in testa alla classifica con 68 punti, con sei lunghezze di vantaggio sul Val Pusteria, che però deve ancora recuperare una partita.

L´allenatore del Renon Riku Lehtonen stasera ha dovuto rinunciare agli infortunati Fabian Ebner, Alexander Eisath e Kevin Fink, oltre allo squalificato Julian Kostner. Andreas Alber invece è tornato a disposizione dopo sei settimane di assenza per infortunio.

Gli ospiti hanno subito dimostrato il loro attuale stato di forma, passando in vantaggio dopo soli quattro minuti di gioco con lo svedese Dustin Parks. Per il 26enne attaccante è l´undicesimo sigillo stagionale. Il primo periodo si chiude poi anche sull’1:0 per il Feldkirch, anche se il Renon era la squadra più attiva, come dimostrano i 18:8 tiri effettuati.

Al 31.02 i padroni di casa trovano il meritatissimo pareggio con Tommaso Traversa, che sfrutta l´assist di Dan Tudin per la rete dell´1:1. Per l´attaccante torinese è la prima rete stagionale. Con questo risultato le due squadre vanno all´ultimo riposo.

Il terzo tempo inizia con il 2:1 degli ospiti, segnato dall´ex Gardena Steven Birnstill in superiorità numerica (Sprukts era in panca puniti). I “Buam” aumentato poi la pressione, ma non riescono a superare il forte portiere ospite Bernhard Bock. Ad un secondo dalla fine Martin Mairitsch segna l´empty net goal per il 3:1 finale.

I campioni d´Italia disputeranno la prossima partita di campionato lunedì 2 gennaio, ad Alba di Canazei contro il Fassa.

Lorenzo Molinari

l.molinari@ilgiornoaltoadige.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *