Il presente articolo è rilasciato sotto licenza "Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License" (CC BY-NC-ND 3.0 IT).

Fermata per un controllo, si scopre che è latitante: 39enne in manette

carabinieri-03FeBOLZANO – I militari dell’Arma hanno svolto nel corso del fine settimana specifici controlli nel centro urbano, volti a contrastare il fenomeno, sottoponendo a serrati controlli molte aree del comprensorio ed identificando numerosi giovani. Nel corso dell’operazione i Carabinieri dell’Aliquota Operativa di Bolzano hanno tratto in arresto un cittadino kosovaro di 43 anni residente a Caldaro, sottoposto a perquisizione in viale Europa e trovato in possesso di 8 grammi di cocaina e denaro, ritenuto dai Carabinieri il provento dell’attività illecita di spaccio. L’uomo è stato dichiarato in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Bolzano. Nel medesimo servizio sono stati segnalati al Commissario del Governo quali assuntori 4 giovani del capoluogo e sottoposti a sequestro complessivamente 5 grammi di hashish e 25 di marijuana. Nel corso del servizio sono stati anche denunciati alla Procura della Repubblica un cittadino iracheno residente a Bolzano per porto illegale di un tirapugni in acciaio, scoperto dai militari nel corso della perquisizione ed un cittadino tunisino trovato in possesso di un coltello del genere vietato. Infine un cittadino tunisino ed uno marocchino sono stati segnalati all’autorità Giudiziaria per la detenzione di arnesi da scasso, poiché dentro uno zaino i Carabinieri rinvenivano materiale tipicamente usato per commettere reati contro il patrimonio.

A Cornedo all’isarco, frattanto, i militari della locale stazione, impegnati in un analogo servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto una cittadina rumena di 39 anni. La donna è stata fermata a bordo di una macchina sospetta, sulla quale viaggiava con altri connazionali. Gli accertamenti dei Carabinieri hanno consentito di identificare tutti gli occupanti e scoprire che, a carico della donna, era pendente un ordine di carcerazione emesso Tribunale di Bolzano, dovendo espiare oltre 1 anno di detenzione per il reato di furto aggravato, commesso nell’area di Corvara nel giugno 2015.  I militari hanno quindi notificato il provvedimento alla donna e l’hanno condotta al carcere femminile di Trento.

A Cardano, invece, i controlli dei Carabinieri hanno portato alla denuncia di un cittadino francese residente in provincia di Trento, che si aggirava per quella frazione senza un motivo. Alla verifica dei militari l’uomo non ha saputo giustificare il possesso di vari capi d’abbigliamento ancora etichettati e alcune paia di calzature, risultate poi rubate in alcuni esercizi commerciali di Bolzano. La merce è stata restituita ai proprietari, mentre l’uomo dovrà rispondere del reato di ricettazione.

Martina Capovin

m.capovin@ilgiornoaltoadige.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *